Passalaparola_LuigiGarlando

Luigi Garlando

Luigi Garlando è nato a Milano, il 5 maggio 1962.
Laureato in Lettere Moderne all’Università Cattolica di Milano, ha insegnato per qualche anno a scuola, prima di essere assunto nel 1991 alla Gazzetta dello Sport, di cui è caporedattore e prima firma.
Dal 2001 (“La vita è una bomba”, Piemme) scrive libri per ragazzi. Tra i suoi titoli: “Per questo mi chiamo Giovanni” (Rizzoli), “Mio papà scrive la guerra” (Piemme, Premio Cento), “Camilla che odiava la politica” (Rizzoli), “L’estate che conobbi il Che” (Rizzoli, Premio Strega Ragazzi), “O Maé” (Piemme), “Mister Napoleone” (Piemme), “Quando la luna ero io” (Solferino), “Mosche, cavallette,
scarafaggi e Premio Nobel” (HarperCollins) e, ultimo uscito, “Vai all’inferno, Dante!” (Rizzoli).
Dal 2006 firma la fortunata collana “Gol” (Piemme) che ha superato i 2 milioni di
copie, tradotta in diverse nazioni, arrivata al volume 64. Per adulti ha scritto “Cielo manca” (Baldini+Castoldi), “L’amore al tempo di Pablito” (Rizzoli), “Ora sei una stella” (Piemme, Premio Bancarella Sport), “La coppa degli Immortali” (Baldini+Castoldi).
Sposato, una figlia, vive a Merate (Lecco), in Brianza, a una trentina di chilometri da Milano.
Colleziona Divine Commedie in tutte le lingue del mondo.