Privacy Policy
Chiude con Lucarelli l’edizione modenese

Chiude con Lucarelli l’edizione modenese

Chiude con la presenza di Carlo Lucarelli la quinta edizione modenese di Passa la Parola, il Festival della Lettura per bambini e ragazzi che dal 23 al 27 di settembre ha riempito con oltre trenta eventi, tutti gratuiti, piazza Delfini e la biblioteca Delfini alla presenza dei più importanti autori della letteratura per l’infanzia, e non solo: Massimo Carlotto, Paolo Nori, Andrea Bajani, Alessandro Sanna, Sonia M.L. Possentini, Bernard Friot, Beatrice Masini, Pia Valentinis – tra gli altri – i nomi illustri di questa riuscitissima edizione modenese.
La conferma più grande del successo del festival viene anche dalla folta partecipazione delle scuole modenesi, primaria e secondaria: circa duemila gli studenti – il doppio rispetto allo scorso anno – che hanno incontrato gli autori durante il festival, per conoscere i loro progetti editoriali e ascoltare da vicino racconti, rime, filastrocche, canzoni, toccando “con mano” il piacere della lettura.
Il pubblico composto da bambini di tutte le età, genitori, librai, insegnanti, appassionati di letteratura per l’infanzia, ha mostrato un grandissimo interesse per gli appuntamenti del festival superando le attese degli organizzatori, esauriti infatti alcuni titoli in vendita presso la libreria a cura della libreria “Il Castello di Carta”. Modena si conferma quindi location di prestigio per accogliere un evento di grande portata, che il prossimo anno porterà in città l’edizione 2016 dal 22 al 25 settembre.
“Il successo del festival è dovuto a un pubblico attento a questa iniziativa, che è cresciuto con noi durante queste cinque edizioni sia in termini qualitativi, sia quantitativi – sottolinea Stefano Gobbi, presidente del Csi Modena organizzatore del festival – . Quest’anno poi siamo riusciti ad estendere l’edizione su ben tre comuni, Formigine e Vignola oltre a Modena e a coinvolgere in maniera importante le scuole che hanno incontrato autori importanti come Bruno Tognolini, Davide Morosinotto, Bernard Friot, tra gli altri. Uno stimolo ulteriore ad andare avanti in questa direzione, famiglie e bambini sono per noi un interlocutore importante e quale modo migliore di incontrarli se non tramite il piacere della lettura?”. “Passa la Parola – sottolineano le ideatrici del Festival e libraie Milena Minelli e Sara Tarabusi – è un progetto di promozione alla lettura, quest’anno abbiamo voluto dare spazio ad alcune storie e narrazioni necessarie, per questo ciascuno degli incontri proposti ha rappresentato una storia di resistenza, di sovversione, una possibilità per un mondo nuovo. Abbiamo presentato titoli bellissimi, quest’anno, per dimostrare a bambini, ragazzi e adulti che si può ancora parlare del mondo reale, dei suoi problemi, dei suoi fallimenti e dei suoi eroi senza nessuna remora. Grazie a tutti gli autori e alle case editrici che hanno creduto a questa quinta edizione, ci rivedremo sicuramente il prossimo anno”.

Sabato 3 ottobre e domenica 4 ottobre il Festival si sposterà a Vignola per gli ultimi due giorni di Passa La Parola dove altri grandi artisti saranno protagonisti di laboratori e performance, a cominciare dall’attesissimo Roberto Innocenti che presenterà “Con la voce dei tuoi occhi”, viaggio tra arte e scienza nella sindrome di Rett.

Comments are closed.